Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Gli azzurri della neve e del ghiaccio - tra sogni e aspettative - hanno accelerato la marcia di avvicinamento all'appuntamento olimpico. Mancano duecento giorni al via della XXIII edizione dei Giochi invernali di PyeongChang 2018 (8-25 febbraio) e lo sguardo dell'Italia Team vola già verso la Corea, dove la spedizione azzurra punta a fare meglio delle precedenti edizioni: a Sochi 2014 il medagliere italiano segnò zero ori, due argenti e sei bronzi, a Vancouver 2010 l'oro fu uno soltanto e arrivato all'ultima giornata con Razzoli. I contenuti della missione azzurra, in vista dell'ormai prossima spedizione olimpica, sono stati illustrati a Bolzano. "L'incredibile non è impossibile. Fuoco sul ghiaccio", recita lo slogan dell'Italia Team.

 

L'importante passaggio nella marcia di avvicinamento è stata celebrata con il Presidente della Repubblica della Corea del Sud, Moon Jae-in, che ha visitato PyeongChang per mostrare il suo sostegno ai Giochi. I 200 giorni sono stati celebrati a Seoul e in tutta la Provincia di Gangwon durante il fine settimana. Moon ha festeggiato con il personale del comitato organizzatore, i volontari e i residenti locali al centro congressi Alpensia - che sarà utilizzato come centro stampa principale durante i Giochi invernali. Il Presidente ha discusso il lavoro della commissione organizzatrice e ha ringraziato il personale per il loro duro lavoro e la loro dedizione. Il presidente della nazione ospitante è divenuto anche l'ultimo ambasciatore onorario PyeongChang 2018 per promuovere i primi Giochi invernali della Repubblica di Corea. "Per il governo, questo sarà il primo grande evento internazionale da quando siamo entrati in carica. Credo che il governo abbia l'obbligo di rendere i Giochi un successo. Fino ad ora, il governo ha lasciato questo posto al Comitato Organizzatore e alla Provincia di Gangwon. Ora con 200 giorni rimasti, il governo centrale unirà le forze per rendere i Giochi di PyeongChang un completo successo".

 

Sabato (22 luglio) a Chuncheon - la capitale della Provincia di Gangwon - ha ospitato uno speciale "Festival dei fuochi d'artificio G-200" con più di 200.000 spettatori, tra cui dignitari invitati, atleti, media, residenti locali e visitatori della zona. All'evento hanno partecipato gli atleti di speed skating, Kim Chul-Min, medagliato olimpico, e la sua giovane collega Kim Bo-Rheum. I meno 100, a inizio novembre, saranno celebrati con uno spettacolo destinato a caratterizzare l'intero Paese, grazie a un gioco di luci, suoni e colori. Nei prossimi sette mesi, PyeongChang si concentrerà su uno degli eventi sportivi e culturali più emozionanti mai disputati in Corea. I Giochi potranno di riunire la gente per condividere la visione dei Nuovi Orizzonti, offrendo a tutti la possibilità di imparare e sperimentare gli sport invernali. Come i Giochi Olimpici di Seoul del 1988, i primi Giochi Olimpici che si disputarono in Corea 30 anni fa, PyeongChang 2018 può aprire porte alla prossima generazione, portando nuova vita ed energia a un paese dinamico e in continua evoluzione.